Archives for posts with tag: MAMMA

MAMMA.

Oggi, giusto per volermi un po’ male, ho fatto leggere a mia mamma qualcosa di quello che scrivo.

Io e mia mamma non sembriamo nemmeno madre e figlia e non tanto per l’aspetto fisico, a parte qualcosa nel viso di simile, lei è magra e io sono fieramente una 42/44, lei ha meno forme e poi è più alta. No, io parlo proprio di modo di vivere, del modo di guardare il mondo, del carattere, del modo di rapportarsi agli altri.

Dove io vedo la bellezza, lei vede sicuramente qualcosa di brutto o inutile. Da buttare.
Lei non sembra avvertire quelle sensazioni che provo io mentre leggo o scrivo. Non sembra emozionarsi per le cose per cui mi emoziono io. Non sembra scorgere nulla dietro alle parole, alle immagini, dietro alle opere d’arte.

Non sembra scorgere la meraviglia delle cose comuni, la loro storia, non immagina chi potrebbe esserci dietro, a chi potrebbero appartenere, che viaggio hanno fatto per arrivare dove sono. Non vede proprio.

Per lei, le poesie sono un mero agglomerato di parole. Non raccontano una storia, non lasciano trasparire la storia personale di qualcuno, non sono emozioni. Non sono nulla.

Oggi le ho fatto leggere una cosa e lei ha notato, solo ed esclusivamente, una parolaccia. E me l’ha fatto notare con un tono grave e dispiaciuto, come se avessi compiuto chissà quale delitto. Avrei potuto scrivere chissà quale meraviglia, chissà quale contenuto emozionante e lei non l’avrebbe colto. Non l’avrebbe colto!!!

È per questo che mi dispiace. Perché si perde un mondo, un mondo non visibile, ma altrettanto bello e ricco di quello che si vede con gli occhi. Si perde il mondo del cuore.

Lo so che sbaglio a dire così, perché lei è semplicemente diversa da me. E dovrei essere felice, perché attraverso la saggezza ottenuta attraverso il Buddismo, ho trovato un modo per riuscire a comunicare con lei (e con mio padre), senza litigare, dopo ben 21 anni di incomprensioni anche gravi.

Sono tre anni che parliamo e facciamo insieme tante cose. Tuttavia non riesco a smettere di dispiacermi perché lei e mio padre non guardano oltre.
Si fermano lì. Vivono in una scatolina chiusa che si sono creati.
E credono che quello sia tutto il mondo.

Advertisements

Anche in Giappone oggi si festeggia la Festa della Mamma!
Viene chiamata “Haha No Hi” (母の日) e si celebra il secondo Sabato o Domenica di maggio!
Come di tradizione in questa giornata si fanno dei doni alla propria madre, di solito i giapponesi regalano garofani rossi, simbolo di purezza e dolcezza.
Piatti tipici associati a questo anniversario sono il Tamagoyaki (omelette giapponese) ed il Chawanmushi (budino salato cotto a vapore).
La mamma è sempre la mamma, in tutto il mondo!♥

dalla pagina fb ._Gιαρρσиє иєℓ ¢υσяє (≧O≦).

Immagine