Ci sono giorni in cui in testa ho un solo pensiero: come saresti stato adesso, come saresti cresciuto, chi saresti diventato. Non lo saprò mai e questo un tempo mi tormentava. Un tempo in cui non avevo fatto pace nemmeno con me stessa e un tempo in cui nei miei sogni si mescolavano flash velocissimi di come eravamo vent’anni fa e di come eri l’ultima volta che ti ho visto. Poi ho fatto pace con l’idea che le persone sbagliano e pagano i loro errori a volte nel modo più estremo. Mi ricorderò sempre la tua dolcezza e la tua intelligenza, ricorderò sempre la prima volta che ti ho visto così piccolo e tondo e i nostri caratteri simili e di merda entrambi.
Buon compleanno.

Advertisements