Quando le parole sono macigni e i macigni sono parole.
Quando un concetto messo lì non proprio a caso fa la differenza.
Quando dietro a una parola c’è un giudizio e dietro ad un’altra c’è un’ allusione che, in un paese come il nostro (omofobo), non passa inosservata. Quando ci si dimentica che è facile sparare sentenze, quando si butta lì una nazionalità atta a far storcere il naso ai benpensanti, quando semplicemente si fa schifo e NON SI PENSA MANCO PIÙ CHE, PRIMA DI TUTTO, È MORTA UNA PERSONA E IL RISPETTO AI FAMILIARI È DOVEROSO.

http://m.repubblica.it/mobile/r/locali/palermo/cronaca/2015/08/11/news/messina_l_ultima_notte_di_ilaria_vado_a_cercare_una_pasticca_di_ecstasy_-120779939/

Advertisements