Oggi è il compleanno di quel grosso stronzone di mio padre. Mio padre che è pelato, non dimostra gli anni, non ha mai avuto un giorno d’ansia in vita sua. Mio padre che è un bel soggetto veramente, sarcastico e acido quanto basta per rendersi insopportabile. Mio padre che pensa solo ai numeri e ai suoi Tex. Mio padre che ascolta un sacco di musica, è sempre polemico e, quando parla, urla. Mio padre che è iroso e non dà mai diritto di replica. Mio padre che pensa sempre di aver ragione lui e che gli altri abbian sempre torto. Mio padre, ovvero un concentrato umano di difetti, che io detesto, ma che, tuttavia, possiedo in modo identico.
Alla fine io voglio molto bene a mio padre, l’essere più simile a me sulla faccia della terra e anche l’unico uomo che mi abbia mai veramente amata da quando sono nata.
Grazie babbo.

Advertisements