Imbarazzo: due piccioncini che davanti a me si scambiano effusioni, non considerando minimamente i loro libri. Cioè,  io sono felice se due persone si amano, si adorano, se si sbavucchiano davanti a me, se sono tutti un “piccipocci”, se si fanno “piedino” sotto al tavolo, se si toccano e se diventano un tutt’uno. A parte che il tavolo è tipo minuscolo, i loro piedi sfiorano i miei, i loro movimenti mi distraggono, i miei occhi vagano e le mie guance si tingono di rosso.
I gesti amorosi degli altri mi hanno sempre messo in soggezione, ponendomi contro la mia volontà al centro della loro intimità. Quasi quasi, visto che per motivi miei mi viene da piangere, potrei chiedere loro la disponibilità di un abbraccio collettivo :/

image

Advertisements