LA BUONA NOVELLA (1970).

TRE MADRI: monte Calvario. tre croci. tre uomini. due ladroni: dimaco e tito. e un figlio di dio: gesù. maria piange. le altre due madri disapprovano la sua disperazione: “non piangere. tuo figlio risorgerà tra tre giorni. ma i nostri?! i nostri non risorgeranno”. maria risponde loro.

il “lamento di maria” è praticamente un genere letterario, dal medioevo in poi. uno dei più famosi e terribili lamenti è quello scritto da jacopone da todi (1233-1306, laico che poi divenne frate e scrisse numerose laudi religiose) e ogni volta che lo leggo, nel suo volgare umbro medievale, mi fa attorcigliare le budella.

de andré interpreta questo filone “letterario” e dà voce alla madre di gesù, umanizzandola in modo impensabile. fa uscire dala sua bocca quasi una bestemmia, negli ultimi due “versi”:

“Piango di lui ciò che mi è tolto,
le braccia magre, la fronte, il volto,
ogni sua vita che vive ancora,
che vedo spegnersi ora per ora.
Figlio nel sangue, figlio nel cuore,
e chi ti chiama – Nostro Signore -,
nella fatica del tuo sorriso
cerca un ritaglio di Paradiso.
Per me sei figlio, vita morente,
ti portò cieco questo mio ventre,
come nel grembo, e adesso in croce,
ti chiama amore questa mia voce.
Non fossi stato figlio di Dio
t’avrei ancora per figlio mio“.

iacopone, invece, settecento anni prima circa, mette in bocca a maria queste parole :

“…O figlio, figlio, figlio !
figlio, amoroso giglio,
figlio, chi dà consiglio
al cor mio angustiato ?
Figlio, occhi giocondi,
figlio, co’ non respondi ?
figlio, perché t’ascondi
dal petto o’ se’ lattato … ?”,

“Figlio, l’alma t’è uscita,
figlio de la smarrita,
figlio de la sparita,
figlio attossicato !
Figlio bianco e vermiglio,
figlio senza simiglio
figlio a chi m’appiglio ?
figlio, pur m’hai lassato.
Figlio bianco e biondo,
figlio, volto iocondo,
figlio, perché t’ha el mondo,
figlio, così sprezato?”…

p.s: il primo video dura circa sei minuti, lì de andré spiega il significato del tema scelto per questo album. assolutamente i sei minuti meglio spesi della mia vita!

Advertisements