image

Sono arrivata a casa, mi sono messa a letto. Per fortuna oggi sono stata meglio. Ieri il mal di
stomaco mi ha perseguitata. Cioè, mi sono messa a letto subito senza nemmeno cenare. Mi sono alzata ora, dopo tutta la sera che guardo la tv, leggo, spippolo col cellulare nuovo, mi riposo. E mi sono alzata ora, per venire qui. Sul Blog. Perché. Ho sentito. il bisogno. di urlare una cosa. anzi. più di una. Visto che qui si dorme e io non posso gridare.
MI SONO ROTTA DELLE PERSONE CHE MI USANO, CREDENDO IO SIA UN SOPRAMMOBILE O UN OGGETTO DA SPOSTARE O DA UTILIZZARE UN PERIODO DI TEMPO E POI DA GETTARE IN UN ANGOLO.MI sono rotta di persone che credono che io non abbia sentimenti, quindi, ma sì, “cambiamo atteggiamento da un giorno all’altro, trattiamola pure in malo modo, tanto lei non reagisce”. Questa “lei” sarei io, dunque, passi lunghi e ben distesi!!! Lunghi e ben distesi! Mi sono rotta di persone fredde. Io non sono solo un pezzo di carne e non lo sarò mai. MENO MALE. Per cui odio che le persone mi trattino freddamente. Piuttosto non mi considerate più e non rispondetemi. mi sono rotta che le persone mi chiamino solo quando non c’è nessun altro. Da oggi, non più. è assicurato. Non sono mica la taxista/psicologa/scema di turno. Eh oh! E, inoltre, io non metto in dubbio che di sicuro avrò delle “colpe” per cui vengo trattata così. NOn lo metto in dubbio. Ma a scanso di equivoci, mi rivolgo a voi, miei deliziosissimi bon-bon: ANDATEVENE UN PO’ A FANCULO! anzi, ANDATEVENE UN PO’ AFFANCULO CON DUE F! ma allegramente, così, con leggerezza! Andate pure, prego signori e signore, madame e monsieur, andate pure a quel paese, quel paese meraviglioso, che sta laggiù.

Guardateee! si scorge … di già … in lontananza…

Laggiùùù, vedete quei comignoli…

È d’uopo che vi affrettiate! È d’uopo!

Advertisements