Vorrei ringraziare di cuore Michele di Scuolafinita (http://scuolafinita.wordpress.com/) e Zeus di Music For Travelers (http://musicfortraveler.wordpress.com/) per avermi nominata 🙂
Lo so, amici, sono in ritardo, ma sono l’eterna svogliata per eccellenza, dunque perdonatemi!!! Adesso son cavoli miei che devo rispondere a tipo quelle mille domande tutte insieme :3

Michele mi ha nominata per questi Awards:

shine-onliebster-blog-award

DOMANDE-RISPOSTE:
1. Perché hai iniziato questo blog. Ho iniziato a scrivere il blog perché adoro scrivere. So benissimo che non sono una scrittrice provetta, ma non mi importa. Scrivere mi fa stare bene, mi fa vedere quelle parti migliori di me che altrimenti non vedrei, mi fa capire quanto io mi voglia bene, nonostante tutto. Inoltre, mi aiuta a sfogare la mia insicurezza, le mie paure, mi fa aprire in qualche modo alle altre persone. Poi, oggi, pensavo che sto facendo la mia Rivoluzione Umana grazie al Buddismo e che voi ne siete partecipi, leggendomi. Voi siete le persone che sapete davvero tutto di me, visto che questo blog è una sorta di mio diario segreto.

2. Qual è la cosa più importante nella tua vita. Non prendetemi per pazza, ma in questo momento la cosa iù importante della mia vita è la Fede. La fede e gli affetti. Proprio oggi guardavo la foto della bambina della mia migliore amica e pensavo a quanto sono fortunata. Proprio oggi pensavo che, grazie alla mia religione, in tre anni ho avuto una crescita e dei miglioramenti allucinanti. Adesso sono fiera di me.
3. Il cibo di cui non puoi fare a meno. La pizza margherita e i ravioli fatti in casa da mia mamma e mia nonna.
4. Il tuo posto del cuore. Portovenere, qui vicino a me.
5. Come ti vedi nei prossimi 10 anni. Mamma, con un compagno che mi ama e che amo. Felice. Buddista. Gatti.
6. Tre cose senza le quali non esci di casa. Cellulare, Libro del momento, Taccuino. Poi, vabbé, ho fatto un post sul contenuto della mia borsa e la mia borsa è qualcosa di allucinante. Caotica come me. Altro che solo tre cose. Ho sempre con me anche le sigarette, anche se poi cerco di fumare il meno possibile.
7. Una citazione che ti caratterizza. ““Ananda, fai di te un’isola e dipendi da te stesso. Senza dipendere dagli altri, fai della Legge un’isola e il tuo fondamento”. Il Budda Shakyamuni risponde ad Ananda. Capitolo 16 del Sutra del Loto “Durata della Vita del Tathagata”.
1. Il tuo colore preferito. Nero.
2. Il libro più bello. La Commedia di Dante Alighieri. In generale, non riesco ad avere un solo libro preferito, così come un solo film preferito, ecc.
3. La città che ami di più. Ravenna.
4.Il tuo fiore preferito. Il fiore di Loto, rappresenta la mia vita: nasce nel fango, ma poi cresce meraviglioso.
5. Il film più bello che sia mai stato girato. Nel nome del padre di Jim Sheridan.
6. Lo scrittore e la scrittrice preferiti. Non ne ho, però potrei dire Garcia Marquez, il primo scrittore da “adulti” che ho letto, Isabel Allende.
7. Da 1 a 5 quanto conta avere tanti “Mi piace” sul tuo blog? Perché? 3. Indubbiamente è bello vedere che qualcuno legge quello che scrivo, soprattutto mi piace quando le persone mi scrivono quello che hanno pensato mentre leggevano.
8. Descriviti in 10 parole. sensibile, onesta, permalosa, nevrotica, spontanea, buffa, tonda, coraggiosa, altruista, irosa, curiosa.

“AWARD” DI ZEUS:
DOMANDE-RISPOSTE:

Quanto scrivi sul blog: scrivo tanto, così come mangio tanto, rido tanto, scherzo tanto, parlo tanto, piango tanto, soffro tanto, gioisco tanto…. io vivo “tanto”. Non so dare o fare “poco”, ma solo “tanto”. Sono un continuo vulcano che ribolle sotto terra e , poi, esplode, a volte. Sono abbastanza incontenibile. Mi sfogo scrivendo. E non solo scrivendo, ma scrivendo ci riesco abbastanza bene.
Genere musicale preferito: non lo so. AMo i cantautori e il jazz, soprattutto. Ma anche la musica classica e lirica. Il rock, il punk. e altro. Mi innamoro quando resto folgorata da un artista. Non sono una esperta della musica “di ora”.
Quale personaggio di quale romanzo ti piacerebbe essere: Mika del libro “C’è nessuno?” di Jostein Gaarder. Mika è un bambino: un bambino senza ombelico. Vi starete chiedendo il perché? Non ve lo dico, così spero vi leggiate questo libro fantastico. È un libro per piccini, però è stupendo un po’ per tutti. E soprattutto contiene un messaggio molto attuale e universale. Mika è un bambino che non è di questo mondo e, presto, ritorna da dove è venuto, lasciando “qualcosa” di sé sulla Terra. Un po’ come me.
Fotografia: faccio pena. L’ultima persona che ha visto una mia foto mi ha detto: “Cazzo, fa venire il mal di mare”. Forse si riferiva al fatto che so fare, solo/solamente, foto storte. Forse è un talento particolare. Quando le foto storte andranno di moda, sicuramente, sarò il fenomeno del momento.
In che periodo storico ti piacerebbe vivere: Medio Evo. Senza alcun dubbio!
La tua più grande passione: leggere, osservare i particolari, anche i più insignificanti, osservare le persone per imparare a comprenderle.
Marzullo-style. Si faccia una domanda, si dia una risposta: Sai perdonare? Ci provo.Ogni giorno.

Advertisements